• Soltanto sui campi di calcio quell’ Ellade serena – di Fernando Acitelli

    Avevo sempre pensato che la Grecia, per i campionati europei e mondiali di calcio, non dovesse esibirsi nei gironi preliminari e che la sua presenza alle fasi finali delle due competizioni fosse un riconoscimento alla sua fase classica. In un certo senso lo sentivo anche come un obbligo da parte del mondo civilizzato che stava tutt’attorno alla Grecia di Platone e Aristotele. Era la Storia a dover imporre tanto. Chi aveva creato l’anima non poteva situarsi sullo stesso piano di chi a tale solennità non era giunto. O aveva speculato ... Leggi
    0
  • L’odissea forzata di Mohamedu, da dodici anni prigioniero a Guantanamo – di Ilaria Romano

    Un racconto popolare della Mauritania narra di un tale terrorizzato dai galli, al punto che quando ne incontrava uno andava quasi fuori di senno.  “Perché ha così tanta paura dei galli?”, gli chiede lo psichiatra. “Il gallo è convinto che io sia granoturco”. “Lei non è granoturco. Lei è un uomo grande e grosso. Nessuno può scambiarla per una piccola pannocchia di mais”, dice lo psichiatra. “Lo so dottore, ma il gallo non lo sa. Il suo compito è andare da lui e convincerlo che io non sono granturco”. L’uomo ... Leggi
    0
  • L’alleanza con Anel non preoccupa gli elettori di Syriza – di Ilaria Morani

    Atene si sveglia ogni giorno, dopo il 25 gennaio, in una sobria attesa. La vittoria di Syriza e l’immediata formazione del nuovo governo, con i primi punti di un programma decisamente di sinistra, hanno acceso le speranze di svolta. “Gli abbiamo dato una possibilità, ora se la deve giocare”, dicono alcuni simpatizzanti nel bar del centro occupato K Vox di Exarchia, il cuore della vita del Movimento che ha portato al trionfo Alexis Tsipras. “Deve mettere le cose in chiaro con l’Europa, prendere tempo e poi occuparsi di noi che ... Leggi
    0

Rubriche

  • Dall’Avana con amore – di Gabriella Saba

    La rubrica quindicinale di Gabriella Saba dedicata all’America Latina sul sito di Reportage   I più sagaci avevano creduto di intravvedere i segnali del nuovo corso ai funerali di Nelson Mandela, nel dicembre del 2013, quando Barack Obama si era avvicinato a salutare il presidente cubano Raúl Castro e i due si erano stretti la mano con riserbo ma con gentilezza. E anche se quel gesto, enfatizzato dai media di tutto il mondo, rientrava probabilmente nel consueto savoir faire di Obama (così come quello di salutare cordialmente, all’inizio del suo mandato e in occasione ... Leggi
    0
  • L’insegnante di piano – di Laura Silvia Battaglia

    Cronache della Mezzaluna, la rubrica quindicinale di Laura Silvia Battaglia per il sito di Reportage Mai avrei immaginato di finire la mia giornata di lavoro a Baghdad suonando le Danze di Moszowski per pianoforte a quattro mani mentre, a distanza di diversi isolati, l’autobomba di prammatica faceva dieci morti. Eppure è successo ed è stato un momento surreale che ricorderò per tutta la vita. La signora Natascia Arradi ci ha aperto la sua villetta in un pomeriggio di aprile dello scorso anno. Il quartiere dove abita è una di quelle contraddizioni urbanistiche in ... Leggi
    0
  • Rezza-Mastrella, tra il riso e la morte – di Valerio Magrelli

    Nuovo appuntamento con Didascalie, la rubrica quindicinale di Valerio Magrelli per il sito di Il Reportage, che si affianca a quella da lui tenuta sul trimestrale cartaceo. Chi ebbe la fortuna di assistere, nel 1995, allo spettacolo di Antonio Rezza e Flavia Mastrella intitolato Pitecus, o magari di rivederlo nella retrospettiva dell’anno scorso al Teatro Vascello di Roma, non avrà dimenticato quell’esperienza. Come poche altre volte in vita mia, mi ritrovai davanti a autentico fenomeno teatrale – nel senso di una celebre interiezione romanesca (pur essendo, il Nostro, nativo di ... Leggi
    0
  • La ragazza della foto – di Isabella Mattazzi

    Di profilo, la rubrica mensile di Isabella Mattazzi per il sito di Reportage   È una giornata di sole. Lo si intuisce dalla luce morbida che filtra dalla tenda, a destra. Nessun bisogno di accendere la lampada bianca. La ragazza della foto ci vede benissimo. Così come è altrettanto evidente che non ha nessun bisogno di aiuto per dominare il disordine che ricopre la sua scrivania. È perfettamente a suo agio in mezzo ai ritagli di giornale, ai dossier impilati, alle foto. Ce lo dicono la comodità dei suoi gomiti appoggiati, ... Leggi
    0

L'Anteprima

  • E a Brescia si muore ancora per l’inquinamento Caffaro – di Ilaria Morani foto di Francesca Volpi

    Brescia è forse l’unica città al mondo dove la gente chiede la chiusura dei parchi pubblici e non la loro costruzione. L’unico posto dove si lotta contro la vendita di alimenti a “Km 0”, quelli delle cascine, naturali, biologici. Qui il termine “fatto in casa” è sinonimo di velenoso. Il latte è tossico e anche l’acqua. A Brescia ci si ammala di tumore molto di più rispetto al resto d’Italia. Lo hanno detto i medici. La colpa è della Fabbrica, la Caffaro. Diossine e Pcb, ma anche cromo esavalente che ... Leggi
    0
  • “Liberalizzare la marijuana indebolirebbe i narcos”. Intervista a Paco Ignacio Taibo II – di Virginia Negro

    Scrivere è cercare il senso delle cose, inoltrarsi dove non c’è ancora un sentiero per costruirlo nel cammino. La storia che vogliamo raccontare con lo scrittore Paco Ignacio Taibo II è una tra le tante tragiche storie del Messico dei nostri giorni, nel momento in cui centinaia di padri, madri, sorelle e fratelli, ma anche amici, colleghi, studenti sono impegnati nel difficile compito di articolare il grido di dolore provocato dalla scomparsa di 43 giovani futuri maestri. È successo ad Iguala, capitale dello stato di Guerrero, il 26 settembre scorso, ... Leggi
    0
  • Perugia tenta di ribellarsi al degrado e alla droga – testo e foto di Matteo Tacconi

    Due sole, minuscole, presenze sui lastroni di pietra laterizia di Piazza del Bacio. Formichine. Sono ragazze adolescenti che si scattano foto a vicenda davanti alla fontana, assediata dai piccioni, davanti al colonnato austero del palazzo della Regione Umbria. Dietro svetta la ciminiera della vecchia fabbrica della Perugina, storico marchio del cioccolato. Dal centro della spianata si scorgono invece la facciata della stazione ferroviaria e la fermata del minimetrò, il piccolo trenino di superficie che sale fino all’acropoli, la città alta. Rotaie vecchie e rotaie nuove. Piazza del Bacio è stata ... Leggi
    0